Abate infuriato: “Regione, a che gioco giochiamo?”

Riceviamo la nota di Ernesto Abate, segretario generale aggiunto Sifus Confali Consorzi di Bonifica

Appresa la notizia fortemente discordante di questa politica regionale che, da una parte istituisce il principio del turnover nei Consorzi di Bonifica, dopo 26 anni di assenza relativamente al rimpinguamento delle piante organiche variabili che di fatto, riconoscono una carenza d’organico negli 11 Consorzi di Bonifica mandatari senza rappresentanza pari a 450 unità lavorative e contestualmente, in approvazione alla legge di stabilità finanziaria 2022, avvenuta lo scorso 13 maggio 2022, approva un articolo di legge, con il quale per l’anno in corso immette nel processo di stabilizzazione 991.566 euro, tuttavia, dall’altra parte, ne blocca il meccanismo di “nuove assunzioni” fino alla data del 31 dicembre 2022!

Con una stagione irrigua appena iniziata, le beghe politiche regionali si trasformano nell’ennesimo fallimento regionale, riuscendo a mettere in ginocchio l’economia regionale dell’indotto agroalimentare, in appena tre righe!

Per questo motivo, con i lavoratori scenderemo in sciopero davanti all’Assessorato agricoltura e foreste, il 7 e l’8 giugno, per cercare le ragioni che possano giustificare una scelta così dissennata, qual’è questa!

La piazza è sovrana e vuole rispetto e risposte!

Segr Reg Sifus Consorzi di Bonifica Ernesto Abate