Al Nord soldi per le Infrastrutture, al Sud si cercano posti di lavoro

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa sulla crisi della politica infrastrutturale e consortile a firma di Ernesto Abate, segretario regionale generale aggiunto Sifus Consorzi di Bonifica

Quando ci si siede nel governo nazionale per “chiudere gli accordi sulle spartizioni” si verifica una differenza sostanziale, della quale, mentre al nord si cercano soldi per le infrastrutture, al sud si cercano posti di lavoro…

Entrambi puntano alla garanzia del posto di lavoro, ma con una grande differenza, poiché le infrastrutture creano posti di lavoro e migliorano la qualità del lavoro e quella della vita; mentre la ricerca esclusiva dei posti di lavoro, senza passare dal riefficientamento e dalla realizzazione di nuove infrastrutture, portano ad un lavoro precario, come quello che stiamo vivendo in Sicilia, ad esempio, nei Consorzi di Bonifica….

Le infrastrutture consortili, obsolete e ormai ai limiti dell’insufficienza del fabbisogno dell’utenza consortile e al limite della competitività di mercato, nonché al limite stesso della sopravvivenza del settore agroalimentare, se non passano dal PNRR, non potranno mai garantire continuità d’uso e gli stessi posti di lavoro!

Al contrario, tornando a programmare un serio rimboschimento della Sicilia che ormai conta un elevato rischio di desertificazione che supera il 70%, attraverso il corretto uso dei Forestali, i quali, collaborati dalla sapienza del personale operaio specializzato dell’Ente di Sviluppo Agricolo, si potrà puntare a sostenere un territorio a motrice agricola più sicuro ed ecosostenibile, oltre che ad una migliore capacità di captazione, vettoriamento, immagazzinamento e distribuzione, delle acque.

Ovviamente, la programmazione delle attività dovrà passare dalla corretta valorizzare in lungo e in largo, sia del territorio che della sua differente morfologia! Facendo passare il concetto del fare e puntando ai tre punti essenziali della buona amministrazione: quali efficacia, efficienza ed economicità, utilizzando correttamente le sentinelle del territorio, la politica, potrà ritornare ad essere credibile!!

Segr Reg Gen Agg Ernesto Abate