Boschetto, chi ha bruciato 5000 mq di vegetazione?

Fiamme al Boschetto della Plaia: ma chi c’è dietro a questo ennesimo incendio? Non ci sono “piromani” dietro queste fiamme, c’è altro, secondo il sindacato Asia Usb.

Intervento immediato, scongiurati i disastri del 2012 e del 2019

Erano le ore 12:30 quando le fiamme venivano avvistate all’interno del Boschetto della Plaia. Sul posto immediatamente sono arrivati il personale del Distaccamento della Forestale di Catania con la Squadra antincendio boschivo CT 21 che si portava in zona e vista la grave situazione interveniva anche l’equipaggio della Forestale CT 40 . Intervenivano inoltre sul posto in ausilio del Corpo forestale di Catania anche i volontari della Protezione Civile dell’associazioni Sicilia Emergenza One e del Gruppo Volontari d’Italia con i cugini della Protezione Civile Emilia 2 e 4. Numerosa la presenza dei Vigili del fuoco con autobotti e pickup.


Con sinergia si interveniva proficuamente anche con il supporto del personale della Polizia di stato che con una loro ruspa agevolavano le operazioni di bonifica, allontanando dei tronchi bruciati .
Presenti due autobotti della Protezione Civile del Comune di Catania che hanno continuato a rifornire i mezzi operativi.
Il comandante del distaccamento Forestale di Catania, Andrea Munzone, presente negli incendi che colpirono il boschetto della Playa, negli anni 2012 e 2019 ha dichiarato che l’ incendio di ieri ” è stato simile all’incendio del 2012, e solo grazie all’intervento nostro e di tutti gli operatori intervenuti, si è impedito che le fiamme si propagassero. Un lavoro quasi chirurgico, con la resina abbondante che è stata allontanata dai roghi con rastrelli e abbondantemente bagnata.


Grande anche la mano data dalla polizia di Stato, dal reparto ippomontato e del personale dell’antincendio dell’aeronautica”.
A spegnimento avvenuto, nell’area interessata dall’incendio non è cessata la vigilanza della Squadra antincendio boschivo CT 21. In fumo quasi 5000 mq di vegetazione, un crimine.
ASIA USB Catania che segue con attenzione il susseguirsi degli incendi che devastano il territorio ribadisce ancora una volta la propria posizione sulla natura dolosa di questi incendi: “Ancora un incendio – si legge in una nota del sindacato Inquilini e Abitanti dell’USB – ancora fiamme nel catanese, questa volta l’ennesimo attacco contro il boschetto della Playa che ad ogni incendio si riduce. Non ci sono piromani dietro queste fiamme, c’è altro…”.