Cambiamenti climatici, venerdì 23 tutti in piazza

Il movimento per la giustizia climatica Fridays For Future lancia lo Sciopero Globale per il Clima, che si terrà venerdì 23 settembre 2022. Anche in Italia, in decine di città, la
popolazione si unirà per chiedere ai Governi che la crisi climatica venga affrontata in maniera immediata e radicale, secondo le indicazioni della comunità scientifica.
A Catania, la manifestazione prenderà forma di corteo e il raduno avrà luogo in piazza Roma alle ore 09:30.

Quattro anni di scioperi…


“Dopo quattro anni di scioperi, è importante riconoscere i passi fatti in avanti ma anche i tanti problemi ancora irrisolti”, afferma Alice Quattrocchi, portavoce di Fridays For Future Catania.
“Abbiamo organizzato marce e incontrato politici, ci siamo impegnati nella vita di tutti i giorni per avere un impatto politico, oltre che per informare cittadini e cittadine di cosa succederà
nei prossimi decenni. Oggi abbiamo davanti nuove elezioni, ma la crisi climatica è ancora assente dal dibattito. Più noi parliamo di clima, più i principali partiti sembrano fare a gara
per prenderci in giro con roboanti affermazioni a favore dell’ambiente, senza però presentare alcun piano sistemico e strutturale per contrastare efficacemente la crisi climatica e
l’ingiustizia sociale”.
Le persone più colpite dalle conseguenze della crisi climatica vengono ancora messe a tacere: si pensi alle persone migranti, strumentalizzate o trattate come feccia; ma anche ai lavoratori, prima premiati e subito dopo sacrificati sull’altare della crisi infinita, come se accettare salari più bassi e lavoro precario fosse un loro dovere. Nel frattempo, chi è al potere sembra ancora dedicare tutto il proprio tempo a distrarre, ritardare e negare i cambiamenti necessari che ci attendono. Le emissioni di CO2 non si stanno riducendo, ma continuano ad aumentare. Il mondo continua a espandere le infrastrutture per i combustibili fossili e a versare quantità astronomiche di denaro a favore di poche aziende e nel nome dei loro extraprofitti, con somme di guadagno pari al 700% di quelle normali.
“Abbiamo un estremo bisogno di un piano di giustizia climatica e sociale che metta prima le persone e dopo il profitto: appunto, #PeopleNotProfit”, continua Ruggero Marcantonio, l’altro
portavoce di Fridays For Future Catania. “Stiamo ancora correndo nella direzione sbagliata. La strada da percorrere è davvero lunga, ma siamo qui e non abbiamo intenzione di fare alcun passo indietro. Sappiamo però che una manifestazione non è mai il fine, ma parte di un percorso politico: per questo anche noi ci siamo preparati alle elezioni”.
In vista delle elezioni politiche, Fridays For Future Italia ha infatti raccolto nell’Agenda climatica un insieme di proposte che dovrebbero essere incluse in ogni programma e considerate da ogni candidato (fridaysforfutureitalia.it/lagenda-climatica ). “Vogliamo che la crisi climatica venga affrontata a partire dai temi dell’energia e dei trasporti, chiediamo che si parli di edilizia, lavoro, povertà energetica e acqua. Abbiamo 5 proposte e 10 richieste: siamo pronti a rendere l’Italia leader della transizione ecologica assieme al resto del mondo. Il solo voto, poi, non è sufficiente: la cittadinanza deve alzare la voce e battersi per il cambiamento”.

Basta partecipazioni simboliche


Il movimento chiama infatti lo sciopero del 23 settembre anche per chiedere che la democrazia non si limiti alla partecipazione simbolica, ma che significhi partecipazione reale e anche diretta alla definizione delle politiche. Solo così è possibile ristabilire un rapporto con i cittadini, specie con quella fetta di popolazione “indecisa” rispetto al voto che oggi conta il 40% degli aventi diritto. Fridays For Future invita tutte le associazioni, i sindacati e i movimenti ad aderire e a partecipare attivamente. “Facciamo in modo che scioperare diventi una necessità quale deve essere: la necessità reale di una vita dignitosa per tutti”. Durante i prossimi giorni, nelle pagine social di Fridays For Future Catania verranno pubblicati tutti gli appuntamenti in vista dello Sciopero Globale per il Clima.

Fridays For Future Catania
fridaysforfuturecatania@gmail.com
I portavoce:
Alice Quattrocchi aliquattrocchi@gmail.com +39 3927283047
Ruggero Marcantonio ruggero.marcantonio@gmail.com +39 3333040570