Catania, Comune in mano ai commissari

Si è insediato nella sede Municipale di Palazzo degli elefanti, il Commissario Straordinario del Comune di Catania Federico Portoghese, nominato dalla Regione Siciliana con l’attribuzione dei poteri del sindaco e della giunta del capoluogo etneo, organi ormai decaduti.

Il neo commissario Portoghese che in virtù del Decreto regionale continuerà a svolgerà anche le funzioni di rappresentante legale dell’Ente Città Metropolitana di Catania, è stato ricevuto al Comune dal segretario generale Rossana Manno e si è soffermato brevemente davanti al Gonfalone di rappresentanza del Comune.

Con lui, il vice commissario Bernardo Campo, nominato dalla Regione per coadiuvare Federico Portoghese nello svolgimento dell’incarico di Commissario Straordinario del Comune e della Città Metropolitana.

Subito dopo l’insediamento, avvenuto alla presenza del direttore del gabinetto del sindaco

Giuseppe Ferraro e la firma del libro d’onore il Commissario Straordinario del Comune ha detto:

”Siamo consapevoli delle tante criticità che pone la gestione politico amministrativa del 

Comune delle tante difficoltà connesse alla carenza di dirigenti e personale e delle tante 

prossime quiescenze e conclusioni dei rapporti contrattuali. Facendo tesoro dell’esperienza di 

commissario alla città Metropolitana, assumerò decisioni sulle questioni più importanti, dopo 

un’attenta e ponderata analisi. Tanti giornalisti hanno chiesto che rilasciassi interviste, ma 

ritengo doveroso che qualsiasi dichiarazione debba essere preventivamente valutata con 

un’attenta analisi gestionale della tante problematiche da affrontare”.

Dal canto suo il vicecommissario Bernardo Campo ha affermato che “le priorità verranno

affrontate tenendo conto della gestione interna e del buon andamento del Comune, per fornire 

servizi sempre più efficaci ai cittadini”.

Successivamente il commissario e il suo vice hanno partecipato, alla già programmata seduta

del consiglio comunale.