12 Novembre 2022
Catania, Zeoli imita Ferraro: “Prudenza”

Alle 13 e 15 puntualissimo Michele Zeoli, allenatore in seconda del Catania Calcio, si è presentato in sala stampa dello stadio Massimino, così come annunciato per parlare in conferenza della partita che domani alle 14.30 il Catania affronterà la squadra del Canicattì. Soffermarsi sui valori tecnici delle due squadre sarebbe superfluo. Ma Zeoli parla con equilibrio, con moderazione. E ammette che domani sarà particolarmente emozionato quando siederà da “primo” allenatore sulla panchina del Catania. Poi lo senti parlare ti dà l’impressione che voglia tenere i piedi per terra. Perché come avvenuto a Cittanova, gli avversari quado incontrano il Catania, centuplicano le motivazioni e le forze…
Come sappiamo Zeoli domani in panchina sostituirà Giovanni Ferraro che si è beccato il rosso e una una giornata di squalifica proprio nel finale della scorsa partita, in relazione alla decisione dell’arbitro che ha negato un rigore evidente alla squadra etnea.
Sono 28 i punti del Catania, reduce del pareggio in casa Cittanova e appena 12 quelli del Canicattì che ha perso in casa 2 a 0 con la Vibonese.
Alle domande dei cronisti presenti, con voce fioca, Zeoli ha spiegato nel dettaglio le buone condizioni della
squadra e dei singoli giocatori, glissando su una nostra domanda specifica sullo stato di salute di un terzetto di giocatori (Chiarello, Chinnici e Litteri) rassicurando che, fortunatamente, il Catania ha una rosa di calciatori capaci di sostituire chiunque senza creare grossi patemi d’animo al gioco della squadra.
Insomma, nessuna frase che potesse dare l’idea che il Catania vincerà la partita a mani basse e la prudenza, a volte oltremodo, è stata la regola adottata in questa pre-conferenza dal vice di Ferraro; in sostanza non è stata data alcuna anticipazione sulla formazione, nulla su chi scenderà inizialmente.
Una certezza di Zeoli? In campo domani la squadra darà il massimo riprendendo quel gioco fluido e veloce che le ha fatto conseguire nove vittorie consecutive. Domani, davanti ad almeno 15.000 spettatori, l’appuntamento è alle 14,30 attendendo il fischio d’inizio da parte dell’arbitro, Enrico Cappai della sezione di Cagliari coadiuvato dagli assistenti Mocci (Oristano) e Spizuoco (Cagliari). E a fine partita sarà interessante conoscere il risultato dello scontro diretto fra le inseguitrici del Catania: a Vibo si giocherà Vibonese-Lamezia, propedeutico per l’atteso Lamezia-Catania di domenica 20 novembre…