Esdebitami e Unes, patto di ferro per famiglie e Aziende in crisi

Periodo estremamente complicato, soprattutto economicamente parlando: è una ricerca affannata quella di trovare soluzioni per liberare i debitori, alleggerire le famiglie e sostenere gli imprenditori. Questi in sostanza gli obiettivi del convegno svoltosi a Catania, al Plaza Hotel, organizzato da Esdebitami Retake S.p.a., Società Benefit che persegue finalità di beneficio pubblico, aiutando per l’appunto famiglie e imprese strette dalla morsa dei debiti.

 

L’importanza dell’analisi della situazione debitoria

All’interessante incontro, è intervenuta la presidente di Unes Aps Anna Raco, parliamo dell’Unione Nazionale per l’Equilibrio Sociale, organismo di composizione della crisi da sovraindebitamento che assiste i cittadini che si trovano in una condizione di forte difficoltà economico-finanziaria a causa dei debiti contratti in particolari condizioni.

“Grazie all’associazione oggi è possibile fare un’analisi della propria situazione debitoria e valutare la soluzione giuridica più idonea…”, spiega l’avvocato Anna Raco, presidente Unes Aps.

Particolarmente apprezzato poi l’intervento di Maria Falcone, referente OCC (organismo composizione crisi) Unes per Catania e Caltagirone.

Il dott. Orazio Barbagallo, consulente e gestore della crisi per Unes, invece, ha posto l’accento sulla disperazione delle famiglie: “Noi cerchiamo innanzitutto di conoscere le motivazioni per il quale si arriva a questo tipo di situazione – spiega Barbagallo – cresce il numero di famiglie che non possono onorare un mutuo o un prestito con le Finanziarie. Da noi vengono spesso persone disperate, e noi cerchiamo di comprendere, facendo un’analisi dettagliata della situazione, cerchiamo di capire, di indagare, di verificare e di controllare poiché la nostra relazione sarà poi valutata da un giudice. Per questa ragione siamo sempre scrupolosi; non nascondo il fatto che spesso ci immedesimiamo nelle storie, storie difficili da comprendere e proprio per questo il nostro lavoro diventa importante e determinante”.

Prende fiato Barbagallo e conclude: ”Una volta individuata la soluzione, se la riteniamo valida da presentare in Tribunale, a quel punto prepariamo il fascicolo e ovviamente lo presentiamo”.

Significativo anche l’intervento di Salvo Toscano che, all’unisono con i rappresentanti di Esdebitami, ha illustrato il ruolo dell’OCC nell’assistere il debitore nella redazione di un piano di rientro, la disciplina del sovraindebitamento alla luce dell’entrata in vigore del nuovo Codice della Crisi, con cui il legislatore ha cercato di uniformare la materia del sovraindebitamento con quello delle procedure concorsuali; Toscano messo in luce le prime criticità più ricorrenti: al centro del dibattito anche le alternative offerte per via stragiudiziale da Esdebitami, prima tra tutte la soluzione SalvaLaTuaCasa. Al convegno del Plaza, ha preso parte anche il presidente della società Esdebitami, Luigi Ursino, che ha focalizzato il suo intervento sul grave periodo di crisi economica che stanno attraverando le famiglie, certo, ma soprattutto le piccole e medie imprese, motore indispensabile del nostro Paese.