Il Catania punta sull’usato sicuro: Lodi, Biagianti e Zeoli

Grande entusiasmo, voglia di ripartire e dimostrare la professionalità sul campo e non solo. La struttura societaria del Catania SSD prende forma passo dopo passo, nella sala congressi del President Park Hotel di Acicastello è stato presentato, durante la conferenza stampa organizzata dalla società, lo staff tecnico che accompagnerà i rossazzurri per il prossimo campionato e vedrà in panchina Giovanni Ferraro, napoletano di Vico Equense, al centro del progetto per conquistare il ritorno fra i professionisti.

Ferraro, dalla vittoria del campionato di Serie D alle pendici dell’Etna

Senza mezze misure e a voce alta a Giovanni Ferraro si chiede il bis. Dopo l’avventura al Giugliano con il quale ha vinto il campionato di quarta serie nel girone G, ci si aspetta una replica anche a Catania. L’esperienza del tecnico campano non lascia spazio a grandi dubbi e il suo entusiasmo nell’essere stato scelto dal direttore sportivo Antonello Laneri traspare facilmente: “ Essere qui per me è molto importante, far parte di questa rinascita mi rende orgoglioso del lavoro che fatto finora -afferma il neo tecnico rossazzurro- quella di Catania è una piazza importante e con la squadra daremo il massimo per onorare la maglia e portare a casa i risultati. Sono tanti i professionisti che fanno parte di questo progetto e questo sarà determinante per il rendimento sportivo”.

Ad affiancare Ferraro come suo vice sarà Michele Zeoli, che ben conosce l’ambiente rossazzurro (100 partite dal 2000 al 2004 con la maglia del Catania); Lele Catania nelle vesti di collaboratore tecnico e a Gaetano Toto è affidata la preparazione atletica.

Catania e il Catania, una questione di cuore

Dal campo alla dirigenza, il legame affettivo ai colori e alla città sembra essere un punto fermo nella formazione della nuova società. Piace ai tifosi il grande ritorno, seppur in nuove vesti, di Marco Biagianti che ricoprirà il ruolo di Team Manager: l’ex capitano rossazzurro ha lasciato trasparire l’emozione: “Catania e i tifosi mi hanno sempre dato tanto, in passato ho avuto l’opportunità di ricambiare in campo, ma adesso sono felice di tornare al Catania per questa nuova avventura che segna un nuovo inizio”. Poco, invece, trapela dalla bocca del direttore sportivo Antonello Laneri, che in attesa delle risposte “importanti” della Federazione, non si abbandona a grandi rivelazioni e mantiene la massima riservatezza sui nomi dei calciatori già presenti a Ragalna dove oggi ha avuto inizio il ritiro pre-campionato: “Lavorare con poche certezze non è semplice: chi si trova a Ragalna adesso è perchè ha a cuore la causa Catania e ha massima fiducia nella società di Pelligra, che come è ormai ben chiaro è formata da seri professionisti. Ciò che è certo – continua Laneri – è che ho puntato molto sul concetto di appartenenza alla maglia per far si che chi venga da fuori abbia ben chiaro per cosa andrà a giocare, Catania è una piazza importante e tutti vogliono venire a Catania.

La rosa, secondo quanto si è potuto evincere al momento è pronta per metà, si punta a completarla entro la fine del ritiro previsto per il 14 agosto, portando a Catania 14 over e 12 under, rispettivamente tre del 2001, tre del 2002, tre del 2003 e tre 2004. Chi ha risposto presente al ds Laneri è già a lavoro con lo staff tecnico allo stadio “Totuccio Catone” di Ragalna come mostrato in foto. Intanto il capitano in pectore è Ciccio Lodi, 38 anni, la scorsa stagione ad Acireale. Il numero 10 del Catania in Serie A.

Tifosi in fermento per tornare a sostenere i rossazzurri

Tanta la voglia da parte dei sostenitori di tornare a parlare solo di calcio giocato e la nuova società non ha intenzione di prolungare ulteriormente i tempi, come ha ben sottolineato il vice presidente Vincenzo Grella:” Abbiamo in programma di fare allenamenti a porte aperte e amichevoli, in questo momento stiamo valutando di aprire le porte del ritiro di Ragalna, aspettiamo notizie dal Comune per garantire la sicurezza”. Sulla campagna abbonamenti si esprime invece il direttore generale Luca Carra: “Se dipendesse da me, potremmo aprire la campagna abbonamenti già domani mattina, ma dobbiamo aspettare notizie dal Comune inerenti ai lavori da svolgere al Massimino”.

In attesa dell’iscrizione certificata e delle ufficialità dei nuovi tesserati rossazzurri, i tifosi catanesi sono sempre più convinti che lo staff di Ross Pelligra darà vita a un nuovo ciclo vincente, se è vero che Giovanni Caniglia, advisor del Pelligra Group, si è trasferito da Melbourne in Italia con tutta la famiglia.

Anna Pia Panassidi

Diplomata al liceo scientifico sportivo, sta studiando Lettere moderne. Estroversa, socievole e soprattutto ambiziosa: ama lo sport a 360º. Ha praticato ginnastica artistica per diversi anni ed è un’appassionata di calcio. Lo sport infatti è il protagonista indiscusso dei suoi sogni e la sua ambizione lavorativa.