Porto Catania: criticità fra scarichi fognari, topi e differenziata

PORTO DI CATANIA: INVASIONE GROSSI TOPI, SCARICHINO FOGNARI IN MARE, MANCANZA DI CASSONETTI PER LA DIFFERENZIATA, NIENTE BAGNI PUBBLICI. LA DENUNCIA DI APMP, FAS E USB
——————
L’ Associazione Pescatori Marittimi Professionisti, la Federazione Armatori Siciliani e la Federazione del Sociale USB Catania hanno scritto all’Autorità portuale e all’Amministrazione comunale, e per conoscenza alla Capitaneria di Porto di Catania. al fine di chiedere interventi urgenti per la tutela della  salute pubblica all’interno dell’area portuale:
1) occorre urgentemente la derattizzazione visto che l’area interessata è invasa dalla presenza massiccia di topi giganti;
2) occorre urgentemente chiudere le discariche abusive  in mare e nel sedile portuale. Si tratta di scarichi fognari in mare, presenti anche in prossimità di banchine dove attraccano navi sia  commerciali che turistiche, ma anche presenza di scarichi fognari sotto edifici e sedi istituzionali ;
3) occorre urgentemente l’installazione di isole ecologiche così come previsto dalle normative e dai finanziamenti regionali di tre anni fa.
4) occorre urgentemente il rafforzamento dei cassonetti della raccolta differenziata da posizionare non solo davanti a pub o Capitaneria di Porto, ma anche nelle aree dove ormeggiano i pescherecci;
5) occorre urgentemente l’ installazione di bagni pubblici ad oggi inesistenti.

📌Il 23 giugno l’APMP, la FAS e la FDS USB incontreranno   Francesco Di Sarcina, presidente dell’Autorità d
portuale.
✍🏼APMP
✍🏼FAS
✍🏼FDS USB Catania