Scandurra, consigliere Cereo Devoti Sant’Agata: “È un onore”

Sono entrati nel vivo i festeggiamenti in onore di Sant’Agata, la patrona della città di Catania che, ogni anno, rivolge ai fedeli un invito all’incontro fatto di preghiera, ringraziamento e affetto. Quest’anno l’associazione del Cereo dei Devoti di Sant’Agata – di cui è stato nominato consigliere Rosario Scandurra – ha voluto prendere parte alla festa onorando la santa con un omaggio floreale. 

Devozione e fede, in onore di Sant’Agata

Da fedeli e devoti di ogni età traspare quest’anno un sentimento in particolare: la gioia. «È la gioia di ritornare finalmente a vivere una festa di cui si è tanto sentita la mancanza, la gioia di poter incontrare nuovamente Sant’Agata, di poterla riabbracciare per le festività estive» è il commento di Rosario Scandurra, nominato membro del consiglio direttivo che coprirà la carica di consigliere dell’associazione Cereo Devoti di Sant’Agata. «È un grande onore per me – aggiunge Scandurra – essere membro attivo dell’associazione e poter prendere parte alle festività agatine». Quest’anno l’associazione – presieduta da Emanuele Calì – ha deposto un omaggio floreale in onore della santa a Catania, in piazza dei Martiri.  

Dalla chiesa di san Francesco di Paola, dove è deposta la candelora dell’associazione del Cereo dei Devoti di Sant’Agata, si sono riuniti i membri insieme al consiglio direttivo, per partecipare alla santa messa e recarsi in processione presso piazza dei Martiri. Un omaggio sentito, colmo di amore per Agata ricco di speranza, quella di poter ricevere un abbraccio caloroso, materno, fatto di protezione che lenisce le insicurezze e aiuta a superare le difficoltà e gli ostacoli di ogni giorno. 

Scandurra: “Sant’Agata esempio di forza per tutti”

In quello noto come “u chianu da statua”, presso la colonna romana in cui è raffigurata la Santa, è stato deposto lo scorso 16 agosto l’omaggio floreale dell’associazione, proprio nel luogo dove la nuova candelora è stata inaugurata. È stato un momento particolare e sentito dall’associazione stessa, motivo per il quale il consiglio direttivo ha reso noto che questa cerimonia verrà svolta ogni anno. L’associazione del Cereo dei Devoti di Sant’Agata prenderà parte alla processione che si svolgerà nella giornata odierna, per salutare Agata e incontrarla di nuovo – si spera nella normalità – il prossimo febbraio. 

«L’esempio di Agata è un esempio di forza, purezza e amore per tutti noi. Per questo – precisa il consigliere dell’associazione Scandurra – è importante continuare anno dopo anno ad incontrare la santa per poter imparare da lei, ricevere il suo sostegno e la forza di poter affrontare la vita con dignità e devozione». Catania ha bisogno, oggi più che mai, di esempi come quello di Sant’Agata, per poter risorgere sempre più forti, con un vero spirito agatino per se stessi e per il prossimo. 

Serena Valastro

Laureata in Lingue e culture europee, euroamericane ed orientali all’università degli studi di Catania e in Media, comunicazione digitale e giornalismo all’università La Sapienza di Roma. Il suo cuore è fatto di giornalismo, di culture, di cinema e di storie che vale la pena raccontare… perchè vivere una sola vita non basta. - svsicrapress@gmail.com -