24 Gennaio 2023
Stefano Bonaccini in Sicilia per contare amici e…nemici

Viaggio siciliano per Stefano Bonaccini, candidato alla segretaria nazionale del Pd. Nei suoi discorsi ha affrontato alcuni temi centrali.

Reddito di Cittadinanza

 Stefano Bonaccini si dice favorevole al Reddito di cittadinanza anche se ribadisce che “Nel Mezzogiorno bisogna puntare a far trovare lavoro a chi l’ha perso o non l’ha mai avuto”. Bonaccini boccia senza se e senza ma il disegno di legge Calderoli sull’autonomia differenziata: “Così è irricevibile, perché aumenta le disuguaglianze tra Nord e Sud”, aggiunge non proprio a bassa voce: “I siciliani devono saperlo: il governo Meloni taglia sulla sanità pubblica…”.

Sull’arresto di Matteo Messina Denaro…

“L’arresto di Matteo Messina Denaro è un colpo importantissimo di magistrati e forze dell’ordine.Legalità e lotta alla mafia sono temi centrali per la qualità dei nostri territori, non certo solo della Sicilia. Le mafie negli ultimi decenni si sono radicate anche al Nord, dove fanno affari senza bisogno di sparare. Questo è un impegno prioritario”.

E sulle intercettazioni…

Il presidente della Regione Emilia-Romagna è intervenuto anche sul tema delle intercettazioni: “Guai ad eliminarle, sono uno strumento fondamentale per indagare e colpire i delinquenti.
E non occorrono nuove norme, è sufficiente che si utilizzino solo le intercettazioni che servono alle indagini, e non per altro. Mi auguro che il ministro Nordio eviti uno scontro tra poteri dello Stato”.

Chi sostiene Bonaccini?

Al parlamento regionale Bonaccini può contare sul sostegno di Calogero Leanza, Mario Giambona, Tiziana Spada e Fabio Venezia, oltre che del deputato ibleo Nello Dipasquale. Ma al fianco di Bonaccini si schierano pure gli orfiniani (in primis l’ex segretario regionale Fausto Raciti) e una costola di Areadem (la corrente che si identifica in Dario Franceschini), a partire dall’ex capogruppo Giuseppe Lupo.

Barbagallo e Provenzano sostengono Elly Schlein

Al fianco della principale avversaria di Bonaccini, vale a dire la giovane e rampante Elly Schlein, si schierano il segretario regionale del Pd e deputato alla Camera, Anthony Barbagallo, oltre all’ex ministro per il Sud Peppe Provenzano. Con Gianni Cuperlo, che è già stato in città per alcuni appuntamenti elettorali, c’è invece il presudente dell’Antimafia Antonello Cracolici. Più isolata la corsa dell’ex ministro Paola De Micheli: la sostiene Mirello Crisafulli, il barone rosso dell’ennese. L’appuntamento con il congresso è per il 26 febbraio.