Tirocinanti non pagati? Tocca alla Regione rimediare

Dopo 3 anni, circa 400 tirocinanti dell’Avviso 22 non sono stati ancora pagati dalla Regione, o lo sono stati solo in piccola parte, e questo a causa delle procedure non completate da alcune Agenzie per il lavoro (Apl), alcune delle quali sono state chiuse. Ciò è intollerabile, la Regione, che è responsabile dei tirocini, deve correre ai ripari al più presto”. Lo afferma la deputata del M5S all’Ars Roberta Schillaci, che ha scritto una nota al dirigente generale dipartimento Lavoro per denunciare la situazione e chiedere interventi urgenti.

Servono i tutor per aiutare i tirocinanti

“Nella nota – dice la deputata – chiedo di mettere a disposizione dei tirocinanti dei tutor che li aiutino a completare le procedure per conto delle Apl e dei centri per l’impiego. É una vergogna che a distanza di tre anni questi soggetti non abbiano avuto delle risposte”.
La deputata mette in dubbio anche la bontà dei tirocini e chiede che ne vengano modificati i i criteri.
“A quello che ci risulta – dice Schillaci – nessuno dei tirocinanti ha avuto un contratto stabile con le aziende che li ha ospitati, evidentemente qualcosa non ha funzionato e, pertanto, i criteri ispiratori di questo strumento sono certamente da rivedere”.