facebook
instagram
twitter
logo sicra nero
sicrapress_logo_white

Info & Contatti

Sitemap

Categorie News

Categorie News

Catania, la straordinaria storia rossazzurra non finirà maiImpatto fatale con la moto, spezzata la vita di NandoPiccoli registi crescono, l'istituto Musco ancora in prima lineaCatania, bomba ecologica scoperta nei pressi dell'aeroportoAcireale, addio a Chiavaro e Marra: ecco Facciolo e MeiArrestato il proprietario di Cioccolato Cafè, innescò l'incendioGiallo sulla morte del marito dell'eurodeputata Francesca DonatoCatania: la stagione finisce ad Avellino, ma a testa altaAerolinee Siciliane, presentato piano imprenditorialeStop ai voltagabbana all'Ars, tradiscono gli elettori

IN EVIDENZA

Sede:
Via Passo Gravina, 122
95125 Catania CT

 

info@sicrapress.it

 

Umberto Teghini
Direttore responsabile 

 

 

Lucy Gullotta
Direttore editoriale 

 

Attualità

Categorie

roof-columns-natural-history-museum-marseille-sunlight-francesmart-agriculture-iot-with-hand-planting-tree-backgroundvertical-shot-wired-fence-with-blurred-backgroundyoung-man-standing-near-window-holding-disposable-coffee-cup-reading-newspapermedium-shot-talented-woman-singingjogging-2343558_640

Boss approfittava dei permessi premio per coordinare gli "affari"

2021-05-04 08:43

Redazione

Cronaca, #sicrapress, antimafia, blitz, #carabinieri, paternò, alleruzzo,

CATANIA – Maxi blitz dei carabinieri, con un'operazione denominata Sotto Scacco a carico di 40 persone: ai vertici dell'organizzazione ci sarebbe l

CATANIA – Maxi blitz dei carabinieri, con un'operazione denominata Sotto Scacco a carico di 40 persone: ai vertici dell'organizzazione ci sarebbe l’ergastolano Santo Alleruzzo, già condannato per duplice omicidio, mafia e traffico di droga, attualmente detenuto a Rossano, secondo i militari il boss avrebbe approfittato “dei permessi premio per ritornare nel paese d’origine a Paternò, dove nel corso di summit mafiosi, continuava ad impartire ordini ai suoi adepti”. Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catania, hanno consentito di ricostruire gli organigrammi della famiglia Ercolano – Santapaola di Paternò e Belpasso nello specifico.


I carabinieri hanno individuato un “ulteriore canale di finanziamento delle casse del clan”, ovvero “l’indebita percezione dell’indennità di disoccupazione agricola”. “Attraverso una rete di ditte compiacenti – scrivono gli inquirenti – consulenti del lavoro disponibili e soggetti che si prestavano a fungere da falsi “braccianti agricoli”, l’organizzazione predisponeva tutta la documentazione necessaria ed inoltrava all’INPS le domande per l’indennità”.


Controllo del territorio, protezione per i commercianti che si piegavano alle leggi del clan. Agli atti dell’inchiesta ci sono i contributi versati, all’organizzazione, da un commerciante di ortofrutta, in cambio della protezione “per imporsi alla concorrenza e per gestire eventuali problemi con i creditori”.


E ancora, identificato un noto gioielliere che avrebbe consentito al boss di fare affari con diamanti, orologi e gioielli, senza alcuna rendicontazione fiscale: per questo è contestato il reato di riciclaggio.


L’operazione dei carabinieri di Catania  ha fatto emergere «una situazione di grave inquinamento mafioso del tessuto economico locale, come dimostra l’individuazione di diversi imprenditori che consapevolmente favorivano le illecite attività del clan». E’ quanto emerge dall’inchiesta coordinata dalla Dda etnea e sfociata nell’emissione dell’ordinanza di custodia cautelare per 40 indagati. Come il caso del titolare di una ditta di commercio di prodotti ortofrutticoli che otteneva la protezione della mafia per imporsi sulla concorrenza e gestire eventuali "problemi" con i creditori versando ai vertici della cosca una percentuale degli utili di impresa e consentendo loro di concludere affari. O, ancora, il proprietario di importanti gioiellerie che consentiva al capo del clan di operare compravendite in contanti di diamanti, orologi e gioielli, senza rendicontazione fiscale, permettendogli di riciclare denaro "sporco".


Dalle indagini emergevano anche i contributi al sodalizio mafioso da parte di imprenditori di Paternò con condotte volte a favorire consapevolmente le illecite attività del clan. Emblematica in tal senso la posizione di  TORTOMASI Salvatore,  ritenuto responsabile di concorso in associazione mafiosa poiché, quale titolare di una ditta che si occupava di commercializzazione di prodotti agricoli ed ortofrutticoli, pattuendo con i vertici sia dell'intero clan mafioso “Santapaola-Ercolano”, sia del gruppo di Paternò, ed in particolare con la famiglia Amantea, il versamento di somme di denaro anche quale percentuale degli utili dell'attività di impresa e consentendo agli stessi di concludere affari occultamente in società con se stesso, riusciva nei territori sotto il controllo del clan mafioso ad imporsi in posizione dominante nelle attività economiche esercitate, ottenendo protezione anche nei confronti dei creditori e di altri clan mafiosi, così favorendo la realizzazione di profitti e vantaggi ingiusti per il clan, al quale forniva un contributo stabile e protratto nel tempo alla realizzazione delle finalità della medesima organizzazione mafiosa.


Altre figure imprenditoriali di Paternò in rapporti con il clan erano quelle di Nicotra Angelo, proprietario di importanti gioiellerie, e di Corsaro Enrico Maria, ai quali venivano contestate condotte volte a consentire rispettivamente a Puglisi Pietro e ad Amantea Vito Salvatore di nascondere la provenienza illecita di beni e somme di denaro.


L’indagine, come anticipato, ha permesso anche di disarticolare tre diverse associazioni per delinquere finalizzate al traffico di stupefacenti. In particolare, è stato possibile accertare l’esistenza di tre diversi sodalizi, tutti collegati ai già citati gruppi territoriali del clan “Santapaola-Ercolano” ed in particolare: un primo sodalizio diretto ed organizzato da Puglisi Pietro e Mobilia Giuseppe e facente capo principalmente alla famiglia mafiosa “Assinnata”; un secondo sodalizio diretto ed organizzato da Amantea Vito Salvatore e da Stimoli Barbaro, operante su Paternò e Belpasso; ed infine un sodalizio diretto da Stimoli Salvatore e sempre operante in Paternò.


Ancora, è stata contestata una tentata estorsione aggravata ai danni dell’industria dolciaria “Condorelli” di Belpasso, però fermamente respinta dalla vittima. E quindi non andata in porto.


Nel corso delle indagini emergeva, inoltre, l’esistenza di un sodalizio, capeggiato da Amantea Salvatore Vito e Beato Giuseppe, componenti anche del clan mafioso, finalizzato a commettere più delitti di truffa e falso in danno dell'INPS, al fine di fare ottenere indebitamente l'indennità di disoccupazione agricola a falsi braccianti agricoli compiacenti. Segnatamente Beato Giuseppe ed Amantea Salvatore Vito, con ruolo di promotori ed organizzatori del sodalizio, anche facendo valere la loro qualità di esponenti di spicco del clan mafioso “ALLERUZZO - ASSINNATA”, promuovevano, dirigevano e organizzavano una rete di ditte compiacenti e soggetti che agivano quali procacciatori di falsi "braccianti agricoli", in modo da fare falsamente risultare a questi ultimi un numero di giornate lavorative idoneo ad ottenere l’indennità di disoccupazione e incassando poi dai falsi braccianti il compenso pattuito. In sintesi, i sodali procuravano i nominativi di soggetti compiacenti i quali dovevano figurare come "braccianti agricoli" e con i quali si accordavano per ottenere un compenso pari a circa 20 euro per ogni giornata lavorativa falsamente dichiarata; tenevano i contatti con alcune ditte e, di comune accordo con tali soggetti, predisponevano tutta la documentazione necessaria ed inoltravano all’INPS le domande per la disoccupazione. In questo modo il denaro pubblico destinato a sovvenzionare i braccianti agricoli stagionali per i periodi che non potevano lavorare, andava ad alimentare le casse del clan mafioso che peraltro acquisiva la gratitudine di soggetti compiacenti i quali, grazie a tale sistema, ricevevano comunque somme di denaro pubblico senza mai avere svolto alcuna attività e senza averne diritto.


Il Giudice per le indagini preliminari ha applicato la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di:


  1. ALLERUZZO Francesco, nato a Palermo il 22/12/1982
  2. ALLERUZZO Santo, nato a Paternò il 21/03/1954;
  3. AMANTEA Salvatore Vito, nato a Paternò il 19/10/1995;
  4. ASSINNATA Domenico Filippo, nato a Agira il 29/04/1952;
  5. BEATO Giuseppe, nato a Paternò il 30/11/1979;
  6. BEFUMO Davide Alessandro nato a Paternò il 08/05/1980;
  7. BORZI’ Omar Francesco, nato a Augusta il 18/09/1989;
  8. DI LEO Lorenzo, nato a Paternò 10/11/1991;
  9. DI LEO Marco, nato a Paternò il 10/11/1991;
  10. DI MAURO Sebastiano, nato a Catania il 13/04/1994;
  11. FAZIO Alessandro, nato a Paternò il 06/07/1977;
  12. FONTANAROSA Michele, nato a Catania il 13.4.1957;
  13. FRENI Giorgio, nato a Catania il 27/10/1965;
  14. GATTARELLO Vincenzo, nato a Catania il 03/02/1982;
  15. LICCIARDELLO Daniele, nato a Catania il 07/08/1973;
  16. MENDOLARO Alfio, nato a Catania il 28/06/1981;
  17. MOBILIA Francesco, nato a Paternò il 19/05/1980;
  18. MOBILIA Giuseppe, nato a Paternò il 19/11/1977;
  19. PARISI Carmelo, nato a Paternò (CT) il 08/04/1975;
  20. PUGLISI Pietro, nato a Paternò il 11/08/1974;
  21. RECCA Giuseppe, nato a Catania il 05/09/1963;
  22. SCHILLACI Lorenzo Michele, nato a Troina (EN) il 25/04/1968;


facebook
instagram
twitter
youtube
tiktok

 Sicra Press, Testata registrata al Tribunale di Catania n° 11/2014 del 12/05/2014 P.IVA: 05581250874 – P.IVA 05811480879

www.sicrapress.it @ All Right Reserved 2023 - Sito web realizzato da Flazio.com

SICRAPRESS - Informazione e Comunicazione

Iscriviti alla Newsletter

Lasciaci la tua mail per rimanere aggiornato su tutti i nuovi articoli del nostro blog. Lascia la tua mail qui sotto!

Articoli popolari oggi

SICRAPRESS - Informazione e Comunicazione
blog-detail

Catania, la straordinaria storia rossazzurra non finirà mai
Notizie, Sport, In evidenza, Calcio, #catania,

Catania, la straordinaria storia rossazzurra non finirà mai

Salvo Pappalardo

2024-05-27 18:56

Ripercorriamo gli ultimi 60 anni dell'infinita storia etnea

Impatto fatale con la moto, spezzata la vita di Nando
Notizie, Cronaca, In evidenza, incidente guardia mangano,

Impatto fatale con la moto, spezzata la vita di Nando

Agenzia Sicrapress

2024-05-27 08:13

Ennesimo incidente stradale mortale

Piccoli registi crescono, l'istituto Musco ancora in prima linea
Notizie, Attualità, In evidenza, istituto Musco Catania,

Piccoli registi crescono, l'istituto Musco ancora in prima linea

Agenzia Sicrapress

2024-05-26 20:21

Lo scorso anno il Plesso Cellini è balzato all'attenzione nazionale con il primo premio al festival di Marano di Napoli con il cortometraggio "Non è amore"

Catania, bomba ecologica scoperta nei pressi dell'aeroporto
Notizie, Cronaca, In evidenza, polizia locale, bomba ecologicaù, aeroporto fontanarossa,

Catania, bomba ecologica scoperta nei pressi dell'aeroporto

Agenzia Sicrapress

2024-05-26 12:07

In via San Giuseppe la Rena 92 scoperta una vergognosa discarica all'interno di un'azienda dismessa da tempo

Acireale, addio a Chiavaro e Marra: ecco Facciolo e Mei
Notizie, Sport, In evidenza, acireale calcio, ssdacireale1946,

Acireale, addio a Chiavaro e Marra: ecco Facciolo e Mei

Agenzia Sicrapress

2024-05-26 11:27

I proprietari Giovanni Di Mauro ed Enrico Strano, hanno trovato gli accordi con le nuove figure tecniche

Arrestato il proprietario di Cioccolato Cafè, innescò l'incendio
Notizie, Cronaca, In evidenza,

Arrestato il proprietario di Cioccolato Cafè, innescò l'incendio

Agenzia Sicrapress

2024-05-26 09:44

Il sospetto c'è stato son dall'inizio della vicenda. E’ stato infatti arrestato dalla Polizia il titolare del bar Cioccolato Cafè distrutto da un rogo il 2 apri

Giallo sulla morte del marito dell'eurodeputata Francesca Donato
Notizie, Cronaca, In evidenza, francesca donato,

Giallo sulla morte del marito dell'eurodeputata Francesca Donato

Agenzia Sicrapress

2024-05-26 00:13

Angelo Onorato trovato cadavere all'interno della sua auto parcheggiata lungo viale della Regione

Catania: la stagione finisce ad Avellino, ma a testa alta
Notizie, Sport, In evidenza, cataniafc,

Catania: la stagione finisce ad Avellino, ma a testa alta

Umberto Pioletti

2024-05-25 23:12

I rossazzurri dominano il primo tempo, nella ripresa il calo e la rimonta degli irpini

Aerolinee Siciliane, presentato piano imprenditoriale
Notizie, Attualità, In evidenza,

Aerolinee Siciliane, presentato piano imprenditoriale

Agenzia Sicrapress

2024-05-25 16:38

Aerolinee Siciliane ha presentato il nuovo programma operativo imprenditoriale a Ragusa, nella sala Avis di Ragusa. La società per azioni ad azionariato popol

Stop ai voltagabbana all'Ars, tradiscono gli elettori
Notizie, Politica, In evidenza,

Stop ai voltagabbana all'Ars, tradiscono gli elettori

Agenzia Sicrapress

2024-05-25 09:35

“Stop ai cambiacasacca all’Ars. Non è possibile che i deputati, una volta eletti, passino da un partito all’altro per mero tornaconto personale, tradendo la vol

La Lega propone pene severe per i
Notizie, Politica, In evidenza,

La Lega propone pene severe per i "No Ponte"

Agenzia Sicrapress

2024-05-25 09:21

Orazio Vasta Stentiamo a crederci. Il deputato della Lega Igor Iezzi ha presentato un emendamento al DDL sicurezza in discussione nella Commissione Affari Cos

Rifiuti, Francesco Laudani preoccupato per i costi:
Notizie, Attualità, In evidenza, srr,

Rifiuti, Francesco Laudani preoccupato per i costi: "La Regione ci aiuti"

Redazione

2024-05-24 11:51

Le amministrazioni comunali devono conoscere l’ammontare dei contributi per extracosti, annunciati e non erogati, per inserirli nei Piani economico finanziari

Cianciana, padre folle accoltella moglie e i due figli
Notizie, Cronaca, In evidenza, cianciana,

Cianciana, padre folle accoltella moglie e i due figli

Agenzia Sicrapress

2024-05-23 16:37

Tragedia in provincia di Agrigento

Madre Terra, a Casa della Capinera nasce il sentiero di land art
Notizie, Attualità, Ambiente, In evidenza, natura, terra Madre, Eco sistemi,

Madre Terra, a Casa della Capinera nasce il sentiero di land art

Agenzia Sicrapress

2024-05-23 15:54

Matre Terra prevede la realizzazione, lungo il sentiero Natura Monte Cicirello, nel territorio di Trecastagni.

A Malta fondato il primo club Kiwanis
Notizie, Attualità, In evidenza,

A Malta fondato il primo club Kiwanis

Agenzia Sicrapress

2024-05-23 15:36

Il Presidente del club è l’avvocato Silvio Aliffi, presidente dell’associazione di amicizia Sicilia Malta.

Gli zii di Sicilia: scoppia il
Notizie, Cultura e Spettacolo, In evidenza, sala futura,

Gli zii di Sicilia: scoppia il "Quarantotto" descritto da Sciascia

Redazione

2024-05-23 12:13

A partire dalla narrazione di episodi storici del 1848, Sciascia riflette con acuta ironia sul concettodi rivoluzione, contestualizzata nella sua Sicilia

Il
Notizie, Attualità, In evidenza, strage capaci, giovanni falcone,

Il "botto" di Capaci, fu solo mafia? Oggi il ricordo e le iniziative

Redazione

2024-05-23 11:23

Ricorre il 32simo anniversario della strage Falcone

Catania, chi si occupa del Piano casa? La preoccupazione di Asia Usb
Notizie, Attualità, In evidenza, #catania, emergenza casa, piano casa,

Catania, chi si occupa del Piano casa? La preoccupazione di Asia Usb

Agenzia Sicrapress

2024-05-22 15:09

E' in corso lo smembramento del centro storico dove "sono attive, in modo particolare, le agenzie immobiliari "grosse", alcune legate a multinazionali europee

Protezione di spiagge, habitat e fauna costiera: ecco le norme di tutela
Notizie, Ambiente, In evidenza, legambiente,

Protezione di spiagge, habitat e fauna costiera: ecco le norme di tutela

Agenzia Sicrapress

2024-05-22 07:00

L’Associazione rileva che purtroppo la consapevolezza dell’importanza naturalistica di questi ambienti è ancora poco diffusa

Il Catania è tornato, battuto l'Avellino nel primo round
Notizie, Sport, In evidenza, cataniafc,

Il Catania è tornato, battuto l'Avellino nel primo round

Umberto Pioletti

2024-05-21 22:56

Nella gara d'andata dei quarti di finale dei Playoff la formazione rossazzurra ha superato gli irpini con un gol di Cianci
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder